Ricerca Lavoro . Info

Giovani Somministrazione Lavoro Crisi

Convegno Asti

Hotel Salera

Home

Presentazione

Contatti

Notizie

REDAZIONI

Alessandria

Asti

Biella

Canavese

Cuneo

Novara

Torino

Verbania

Vercelli

RUBRICHE

Tutela Sindacale

Consulenza Legale

Consulenza Fiscale

Ammortizzatori Sociali

Come Iniziare Attività Autonoma

Convegni

Convenzioni

Corsi Formazione Professionale

Normativa Lavoro

Contratti

SINDACATO

Statuto

Segreteria

Responsabili

Adesione

Accoglienza

Congresso

Costruire nuove Tutele per e con i Giovani

Prospettive del Lavoro Somministrato al centro del convegno dalla Felsa Cisl ad Asti

Trecentomila giovani occupati in meno nel 2009, un tasso di disoccupazione salito oggi sino al 29,2%, il dato peggiore dal 2004, a fronte della media europea del 20,6%.

I dati, significativi, sono emersi dal convegno organizzato dalla Felsa Cisl nazionale e piemontese dal titolo “Giovani e somministrazione di lavoro: il futuro oltre la crisi”, svoltosi il 29 giugno presso l’hotel Salera di Asti, che ha visto la partecipazione di rappresentanti istituzionali, del mondo delle imprese e delle agenzie di somministrazione del territorio.

In Piemonte le procedure di assunzione avviate per i lavoratori somministrati sono calate dalle 134 mila circa del 2008 alle 88 mila del 2009; di queste la maggioranza interessa il comparto dei servizi (60,9%), le rimanenti il comparto industriale (38,7%) e quello agricolo (0,4%).

Il dibattito, coordinato da Stefano Calella, segretario Cisl Asti, ha visto la partecipazione di Ivan Guizzardi, segretario generale Felsa Cisl, Matteo Bini, segretario Felsa Piemonte, Sergio Didier, segretario generale Cisl Asti, Giuseppe Scarsi, segretario Cisl Piemonte, Marco Versè, assessore al Lavoro della Provincia di Asti, Mario Sacco, presidente della Camera di Commercio astigiana, Emmanuele Massagli, ricercatore Adapt, e Giuseppe Garesio, Amministratore delegato Synergie Italia S.p.a.

Il messaggio lanciato dalla nuova federazione di categoria della Cisl, che si occupa di lavoratori somministrati (ex interinali), atipici e autonomi, invita a soffermarsi sullo scenario che vede il mercato del lavoro in costante trasformazione, e che condiziona anche il modo di leggere e “declinare” le politiche attive del lavoro sul territorio; l’obiettivo è quello di puntare l’attenzione non più sulla difesa del “posto” di lavoro, quanto piuttosto sulla difesa dell’opportunità di avviare un percorso lavorativo stabile, unitamente all’attuazione di interventi su occupabilità e adattabilità del lavoratore nelle transizioni da un impiego all’altro.

Sviluppare culturalmente alcuni strumenti, in primis la bilateralità – riflette in apertura Ivan Guizzardi, segretario generale Felsa – e rinforzare le relazioni tra soggetti sindacali e la rappresentanza delle aziende, può fare la differenza; come guardare a forme di welfare contrattuale che non suppliscano il welfare conosciuto fino ad oggi, ma lo integrino. L’obiettivo è quello di costruire un sistema di  rappresentanza e tutele non solo per i giovani, ma con i giovani”.

In conclusione Giuseppe Scarsi, segretario Cisl Piemonte, esprime l’auspicio per un futuro dove la nuova Federazione di categoria possa diventare “non solo un’esperienza di nicchia, ma un punto di riferimento costante per tutta l’organizzazione”.

Paola Toriggia

SPORTELLI

Sportello Bilateralità Somministrazione

Sportello Lavoratori Autonomi

Sportello Info Lavoro

Convegno Asti organizzato da FELSA CISL PIEMONTE su Giovani, Somministrazione, Lavoro, Crisi Economica. Hotel Salera in Via Mons. Marello.

Supplemento Lavoro del Giornale InformazioneOnLine.Info - Tutti diritti riservati

FELSA CISL PIEMONTE - Via Sant'Anselmo 11 - 10125 TORINO - C.F. 97725740019