Ricerca Lavoro . Info

Vademecum Accoglienza Lavoratori

FELSA CISL PIEMONTE

Somministrati Autonomi Atipici

Home

Presentazione

Contatti

Notizie

REDAZIONI

Alessandria-Asti

Cuneo

Piemonte Orientale

Torino-Canavese

RUBRICHE

Tutela Sindacale

Consulenza Legale

Consulenza Fiscale

Ammortizzatori Sociali

Come Iniziare Attività Autonoma

Convegni

Convenzioni

SINDACATO

Statuto

Segreteria

Responsabili

Adesione

Accoglienza

Vademecum Accoglienza Lavoratori


Somministrati - Autonomi - Atipici

(Pagina informativa dedicata ad operatori sindacali CISL del Piemonte)

La FELSA CISL PIEMONTE sindacalizza le seguenti tipologie di lavoratori precari :

- Lavoratori Somministrati

Contratto : CCNL di Somministrazione (Interinali dipendenti delle Agenzie per il Lavoro). I lavoratori somministrati godono di diversi servizi assistenziali erogati dalla bilateralità della somministrazione. Molto spesso questi servizi non sono conosciuti dai lavoratori interinali. Accogliere questi lavoratori significa soprattutto informarli sui loro diritti derivanti dalla bilateralità. Per sapere quali sono le tutele, le agevolazioni e i sostegni di cui hanno diritto accedere alla pagina dedicata allo : Sportello Bilateralità Somministrazione.

Solitamente, un lavoratore somministrato salta tra un lavoro e l'altro passando per più agenzie. Dunque, capita spesso che possa passare alcuni mesi senza occupazione. Come qualsiasi altro lavoratore dipendente ha diritto a richiedere l'ASPI o la Mini ASPI a secondo dei periodi di lavoro effettuati. Per verificare se il lavoratore somministrato ha diritto al sussidio di disoccupazione dell'INPS, metterlo in contatto con un operatore FELSA.

- Lavoratori Atipici

Contratti : Prestazione Occasionale, Collaborazione Coordinata e Continuativa (Definita anche Co.Co.Co), Collaborazione Coordinata a Progetto (Definita anche Co.Co.Pro. oppure più semplicemente Lavoro a Progetto), Associazione in Partecipazione, Lavoro Accessorio (Voucher).

Le modalità d'accoglienza d'un lavoratore atipico seguono normalmente il seguente schama :

- Verificare se il contratto atipico sia congruo con l'attività lavorativa svolta

In generale, tutti contratti atipici sopra riportati, con l'esclusione del Lavoro Accessorio, possono essere utilizzati dalle imprese solo se l'attività lavorativa da svolgere ha caratteristiche di lavoro autonomo. Dunque, è necessario verificare se l'attività lavorativa è stata svolta senza vincoli d'orario o vincoli di subordinazione. Basta solo uno di questi vincoli perché sia stata snaturata l'applicazione del contratto nei termini previsti dalla legge. In questo caso, il lavoratore può richiedere differenze retributive tra quanto gli è stato corrisposto dall'azienda e quanto previsto dal CCNL del settore d'appartenenza dell'azienda relativamente al livello retributivo corrispondente alla mansione svolta. Nel caso di contratti irregolari, mettere in contatto il lavoratore con un operatore della FELSA.

- Verificare se il lavoratore atipico può richiedere un sostegno al reddito

Alcuni contratti atipici offrono la possibilità di poter richiedere la Mini ASPI quando si verificano specifiche condizioni. Per verificare se sussistono queste condizioni, indirizzare il lavoratore ad uno sportello FELSA mettendolo in contatto con un operatore territoriale.

- Lavoratori Autonomi

Titolare di Partita IVA che lavora prevalentemente lui per mandare avanti un'attività economica autonoma. Senza il suo lavoro continuativo, l'attività economica non produce autonomamente reddito. Per questi lavoratori, è disponibile un sistema integrato di Tutele, Servizi ed Opportunità che la FELSA CISL PIEMONTE sta costantemente implementando insieme ad altre strutture ed enti CISL. Per conoscere tutti i servizi della FELSA dedicati ai lavoratori Autonomi visitare la pagina relativa allo : Sportello Lavoratori Autonomi.

Modalità Accoglienza Lavoratori Precari

Quando un lavoratore precario (Somministrato, Autonomo, Atipico) si presenta presso una sede della CISL in Piemonte per richiedere tutela sindacale per la risoluzione d'un problema di lavoro, è importante accoglierlo adeguatamente offrendogli immediatamente un supporto informativo. Subito dopo, è necessario metterlo immediatamente in contatto telefonico con un responsabile della FELSA CISL PIEMONTE operante presso una delle quattro unioni sindacali territoriali della CISL presenti in Piemonte:

UST CISL ALESSANDRIA ED ASTI

Telefono : 0131204762 - Responsabile : Toriggia Paola

UST CISL CUNEO

Telefono : 0171321011 - Responsabile : Lotti Alessandro

UST CISL AREA METROPOLITANA TORINO E CANAVESE

Telefono : 0116548297  Responsabile : Bini Matteo

UST CISL PIEMONTE ORIENTALE (Province di Biella, Novara, VCO, Vercelli)

Telefono : 0161255400 - Responsabile : Guidotti Francesca

Nel caso non fosse momentaneamente disponibile il referente d'un territorio, vi invitiamo a contattare la nostra sede regionale:

Via S.Anselmo 11

10125 Torino

telefonando al numero

011 6548297

 

INFORMAZIONI UTILI

- Consulente Salva Precari

- Sportello Info Lavoro

- Modalità Adesione FELSA CISL PIEMONTE

SPORTELLI

Sportello Bilateralità Somministrazione

Sportello Lavoratori Autonomi

Sportello Info Lavoro

 

Istruzioni rivolte alle Strutture CISL del Piemonte sulle Modalità d'Accoglienza dei Lavoratori Somministrati, Autonomi, Atipici.

Supplemento Lavoro del Giornale InformazioneOnLine.Info - Tutti diritti riservati

FELSA CISL PIEMONTE - Via Sant'Anselmo 11 - 10125 TORINO - C.F. 97725740019